LA SPIA di PAULO COELHO

Inizia dalla fine, dalla sua fucilazione. Ripercorre brevemente la sua vita prima di diventare Mata Hari. Un matrimonio difficile, per non dire impossibile, la tragedia di un bambino ucciso e l’occupazione Olandese dell’Indonesia. Il tutto viene sfiorato dall’autore tratteggiando il dramma di una donna che vede nel solo matrimonio e nel sesso l’unica possibilità per guadagnare in un colpo solo libertà e benessere. Cerca in modo maldestro di diventare una spia e l’unica cosa che guadagnerà sarà solo il disprezzo dell’opinione pubblica Francese e di chi la giudicherà colpevole di spionaggio. Sarà colpevole solo di ingenuità e di aver voluto essere libera ma in realtà schiava della sua fama, dei lussi così conquistati e del vantarsi di amicizie altolocate che l’abbandoneranno al primo sentore di un processo compromettente. Il romanzo è ben documentato e scorre veloce. Edito da La Nave di Teseo, io ho acquistato la versione di Mondolibri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...