Blog

ORIGIN di DAN BROWN

Robert Langdon è tornato! Il professore stavolta sarà coinvolto nell’omicidio di un suo ex-allievo. Genio futurologo ucciso durante una conferenza in cui aveva promesso di rispondere a due domande esistenziali: “da dove veniamo?”, “ dove stiamo andando?”.

L’omicidio verrà commesso nel museo di  arte contemporanea di Bilbao. Da lì, Langdon e Ambra Vidal, curatrice e futura Regina di Spagna, cercheranno di divulgare le scoperte di Edmond Kirsch salvate su un server criptato e occultato nella città di Barcellona.

I personaggi si muoveranno immersi nell’arte di Gaudì e nel dipanarsi della storia sorgeranno varie inquietudini e interrogativi nel lettore. Forse arriverete anche voi a percepire o intuire il finale.

Mi separo da questo libro con dispiacere. Ne accarezzo la copertina già con nostalgia e lo ripongo nella libreria ringraziandolo per le emozioni che mi ha regalato.

Mondadori Libri SpA. Io ho acquistato un’edizione Mondolibri.

CARAMELLO SALATO – SALTED CARAMEL

Ho scoperto il caramello salato in Normandia. E’ una salsa più o meno densa che è indicata per  accompagnare  dolci al cucchiaio come la panna cotta oppure Pancake e French Toast. Io la metto in tavola per lasciare che gli ospiti possano usarla sui Brownies nelle quantità che preferiscono. Si prepara in modo semplice e si può conservare in frigo molto a lungo.

Ingredienti:

250 grammi di zucchero

10 grammi di sale fino

130 grammi di burro

180 grammi di panna fresca

Mettere lo zucchero in una pentola dal fondo alto e mettete il fuoco a media intensità. Iniziate a girare lo zucchero solo quando si sarà sciolto almeno per la metà. Quando il colore dello zucchero sciolto sarà brunito ma non bruciato (lo sentite dall’odore), toglietelo dal fuoco e aggiungete mescolando di continuo il burro freddo a pezzetti e il sale. Incorporati questi ingredienti, aggiungete la panna. Se volete una salsa più densa, riducete la panna.

Amalgamati gli ingredienti, mettete il tutto in un vasetto di vetro e chiudete bene con il tappo. Il calore genererà il sottovuoto. Quando sarà freddo, per prolungare la conservazione, mettetelo in frigo.

I discovered the salted caramel in Normandy. It is a more or less thick sauce that is recommended to accompany spoon desserts, Pancake and French Toast. I usually serve it also on Brownies.It is prepared in a simple way and can be kept in the fridge for a long time.

Ingredients:

Sugar 1 cup

Salt 1 tbs

Butter ½ cup

Fresh cream ¾ cup

Put the sugar in a pot with a high bottom and put the heat at medium intensity. Start turning the sugar only when it has melted at least half. When the color of the melted sugar is browned but not burnt (you can smell it), remove it from the heat and add continuously stirring the chopped cold butter and the salt. Incorporate these ingredients, add the cream. If you want a thicker sauce, reduce the cream. Mix the ingredients, put everything in a glass jar and close well with the cap. The heat will generate the vacuum. When it is cold, to prolong the storage, put it in the fridge.

 

FATTO IN CASA DA BENEDETTA di BENEDETTA ROSSI

Questo è un manuale di sopravvivenza per chiunque non voglia vivere di surgelati, di precotti o di premasticati. Diretto e facile, arriva dritto al nocciolo della questione, mettere in tavola qualcosa di godurioso per le papille gustative. Impossibile sbagliare una ricetta di Benedetta. Io ho provato a realizzarne diverse e nessuna ha deluso le mie aspettative. Rispetto ai blog di cucina che richiedono preparazione e ingredienti molto più difficili anche da reperire, Benedetta ti mette a tuo agio mentre con tre oggetti e due ingredienti si riesce quasi a mettere su un pranzo da matrimonio.

L’unico neo di questo libro è l’indice che non mi è di immediata consultazione. Avrei preferito che fosse diviso invece che per occasioni, per alimenti, ma è un difetto che a Benedetta si può perdonare.

Edizione Mondadori Retail S.p.A io ho acquistato un’edizione Mondolibri.

TREASURES FROM THE WRECK OF THE UNBELIEVABLE di DAMIEN HIRST

 

La mostra di Damien Hirst resterà a Venezia a Palazzo Grassi e Punta della Dogana fino al 3 dicembre 2017, salvo proroghe. Visitarla genera emozioni contrastanti ma non lascia certo indifferenti. L’artista ci spinge dentro una finzione fantasiosa e potente che mischia il mito con la storia. Immagina il ritrovamento nel 2008 al largo della costa orientale dell’Africa del relitto di una nave naufragata piena di tesori.  Immagina che questi tesori siano appartenuti a un liberto dell’Impero romano. Liberto arricchitosi enormemente e amante del bello e delle opere d’arte. Con questo spirito Aulus Calidius Amotan collezionerà opere provenienti da ogni angolo del mondo antico. Tutti i tesori del liberto furono caricati sulla nave Apistos (Incredibile) che affondò e la collezione d’arte rimase sul fondo dell’Oceano Indiano per duemila anni per poi essere scoperta nel 2008 e recuperata grazie a questo scavo archeologico straordinario.

E’ tutta finzione. Nulla di ciò che vedrete è vero se non i materiali utilizzati. Ad esempio, la testa della Medusa scolpita in malachite, è quotata circa 4 milioni di dollari. La stessa scultura la si ritrova in cristallo di rocca e in oro – argento. Quello che vi colpirà appena entrerete a Palazzo Grassi sarà il demone senza testa alto 18 metri. Imponente e gigantesco vi affascinerà con le sue fattezze e sarà naturale pensare che sia in bronzo. Niente di più sbagliato perché è in resina dipinta.

Lasciatevi trasportare, senza pregiudizi, nel sogno e nella storia avventurosa di questo liberto. Vedrete che correrete attraverso un sogno. Io non ne sono rimasta delusa ma anzi, ne sono venuta via con dispiacere. Per me è bellissima e lui è indiscutibilmente un grande Artista. Non perdetevi all’interno di Palazzo Grassi il filmato del ritrovamento subacqueo girato con competenza e maestria. Godetevi l’avventura.

Piccoli consigli per raggiungere la mostra: arrivate in treno oppure lasciate la macchina al parcheggio in Piazzale Roma. Io ho prenotato a € 26,50 l’Autorimessa Comunale. Per mio piacere ho raggiunto Palazzo Grassi e Punta della Dogana in battello. Costo giornaliero € 20 a persona. La corsa singola (non ne vale la pena) € 7,50. Si possono però raggiungere tutte le sedi anche a piedi. Qualora doveste fare un attraversamento dove non ci sono ponti, ci sono le gondole-traghetto. Non sono quelle turistiche ma dei moderni Caronte che vi porteranno da una sponda all’altra per € 2 a persona.

Il prezzo della mostra acquistando il biglietto via internet è di € 18 salvo riduzioni. L’orario di accesso è indicativo e quindi se arrivate in ritardo non ci sono problemi. La mostra è aperta dalle 10 alle 19. Chiuso il martedì. Ogni sabato c’è una visita guidata gratuita alle 15 a Punta della Dogana e alle ore 17.00 a Palazzo Grassi.

Buon divertimento.

 

 

IL MINIATURISTA di JESSIE BURTON

E’ una lettura che lascia sensazioni opposte e contrastanti. E’ impossibile non essere colpiti dall’atmosfera cupa e opprimente come quella che viene descritta in modo così minuzioso e dettagliato. Si viene trasportati nell’Amsterdam calvinista del 1686. Nella viene data in sposa al facoltoso Johannes Brandt che la userà solo come paravento nei confronti di una società bigotta e puritana. Faticherà la giovane Nella a trovare una propria dimensione e in tutto questo si muoverà un miniaturista che le farà pervenire perfette miniature per la sua casa di bambole. Miniature che avranno un qualcosa di tragicamente premonitorio.

Nella cercherà di aiutare il marito che l’ha sempre ignorata come moglie, cercherà di capire sua cognata Marin, lotterà contro l’ombra sempre più presente del Miniaturista. Tutto si compirà in modo tragico ma si intuisce che Nella potrà rialzarsi da tutto quel dolore. Quello che non si riesce a comprendere a questo punto è il ruolo del Miniaturista.

Bompiani RCS libri Spa Milano, io ho acquistato un’edizione Mondolibri.

QUEL CHE RESTA DEL GIORNO di KAZUO ISHIGURO

Quando ieri (5 ottobre 2017) è stata data la notizia che Kazuo Ishiguro ha vinto il premio Nobel per la letteratura mi sono trovata a saltare sulla sedia e a urlare “l’ho letto, l’ho letto, ce l’ho”! Sicuramente anche altri hanno avuto la mia stessa reazione. Ho rispolverato dalla libreria Quel che resta del giorno con il suo protagonista, il maggiordomo Stevens. Lui, con i suoi modi misurati, la sua formalità e il suo linguaggio forbito, farà girare come un meccanismo di precisione tutta la servitù di casa Darlington. Non riuscirà ad abbandonarsi ai sentimenti che possono nascere con la Signora Kenton, la governante che rivedrà in una settimana di vacanza nel 1956. Stevens viene quasi ceduto dal Lord Darlington assieme alla casa allo statunitense Mr. Farraday. Si ritroverà con le lacrime che gli rigano il volto quando apprenderà della morte del padre ma non interromperà il servizio perché è nella sua natura prima di tutto portare a termine i compiti della giornata. Ho acquistato un’edizione CED su licenza della Giulio Einaudi Editore.

IL TERZO OCCHIO di T. LOBSANG RAMPA

Un nuovo amico che ne ha passate tante, mi ha fatto venire in mente questo libro. Il terzo occhio di T. Lobsang Rampa. L’autore non tibetano ma anzi del Devon e che in realtà si chiamava Hoskin, pubblicò questo romanzo nel 1956. Qui descrive come se l’avesse vissuta realmente, la vita di un monaco dalla sua infanzia fino all’età adulta quando finalmente diventerà Lama. Le vicende e la vita quotidiana narrata ci trasportano in una dimensione parallela. Sulla soglia di queste pagine occorre lasciarsi alle spalle scetticismo e razionalità. Consiglio di leggerlo e assaporarlo senza pregiudizi. E’ un libro che ho aperto una prima volta e messo da parte in libreria dopo solo una ventina di pagine. Lo trovavo annoiante. In un periodo molto duro della mia vita me lo sono trovato per le mani e l’ho aperto di nuovo certa che lo avrei abbandonato in poco tempo. Invece quello che vi era scritto ha lenito la mia sofferenza. L’ho terminato e mi ha lasciato un gran senso di pace. Io ho comprato un’edizione Oscar Mondadori Nuovi Misteri. Vi consiglio di ordinarlo on line o di prenotarlo in libreria perché non credo possa essere subito disponibile.