LA FIGLIA DI MISTRAL di JUDITH KRANTZ

Una storia d’amore che inizia nel 1925 e che attraversa tre generazioni, madre, figlia e nipote, legate a doppio filo con il pittore bohémien Julien Mistral. Un artista che porta lo stesso nome del vento che capriccioso soffia in Provenza e che scompiglierà le pagine del vostro libro per portarvi in un sogno dolceamaro di sentimenti e poesia.

Ho acquistato un’edizione Mondadori – De Agostini libri

SCOLE PISTOIESI – PANINI ALL’ANICE E UVETTA

Preparare prima l’impasto:

500 grammi di farina Manitoba 0

500 grammi di farina 00

500 grammi di acqua tiepida

25 grammi di lievito di birra fresco

10 grammi di sale

30 grammi di zucchero

40 grammi di burro fuso

40 grammi di margarina fusa

Lavorare l’impasto con una planetaria, sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida prima di aggiungerla all’impasto. Togliere il composto quando sarà incordato al gancio e continuare per qualche minuto a lavorarlo sulla spianatoia in legno. Piegare il panetto liscio così ottenuto e metterlo a lievitare per almeno un’ora.

Nel caso non abbiate la planetaria, lavorate l’impasto in modo energico per almeno 10 minuti.

Una volta lievitato aggiungere:

1 uovo

150 grammi di zucchero

20 grammi di semi di anice

200 grammi di uvetta (farla rinvenire in un po’ di cognac o acqua se preferite)

Formare panetti tondi da circa 80 grammi e farli lievitare per circa un quarto d’ora. Poi allungarne le punte, formando delle losanghe decise. Far lievitare per 30 minuti e fare un taglio longitudinale. Far lievitare ancora per un quarto d’ora. Aggiungere lo zucchero in granella e infornate in forno statico già caldo a 200 gradi per 15 – 20 minuti. Durante la cottura, mettete un pentolino d’acqua in forno.

Sciroppo:

50 grammi di zucchero

100 grammi di acqua

Realizzate lo sciroppo con cui lucidare le scole, sciogliendo sul fuoco lo zucchero nell’acqua e cospargetene i vostri panini appena sfornati.

PISTOIAN SHIELDS – BRIOCHES WITH ANIS AND RAISIN

Prepare the dough first:

500 grams of Manitoba flour 0

500 grams of 00 flour

500 grams of warm water

25 grams of fresh brewer’s yeast

10 grams of salt

30 grams of sugar

40 grams of melted butter

40 grams of melted margarine

 

Mix the dough with a planetary mixer, dissolving the yeast in warm water before adding it to the dough. Remove the mixture when it is strung on the hook and continue working on the wooden pastry board for a few minutes. Fold the so-obtained smooth dough and let it rise for at least an hour.

If you do not have the planetary mixer, work the dough vigorously for at least 10 minutes.

 

Once leavened add:

1 egg

150 grams of sugar

20 grams of anise seeds

200 grams of raisins (soak in a little cognac or water if you prefer)

 

Form round loaves of about 80 grams and let them rise for about a quarter of an hour. Then lengthen the ends, forming some decisive lozenges. Let rise for 30 minutes and make a longitudinal cut. Let it rise again for a quarter of an hour. Add the sugar in grains and bake in a pre-heated oven at 200 degrees for 15 – 20 minutes. While cooking, place a saucepan of water in the oven.

 

Syrup:

50 grams of sugar

100 grams of water

 

Make the syrup with which to polish the drains, melting the sugar in the water on the fire and sprinkle your freshly baked rolls.

OSSA DANZANTI, FANTASMI E ALTRI INCUBI TROPICALI di AUTORI VARI

E’ una raccolta di racconti brevi di Humberto Campos, Bernardo Guimaraes, Machado de Assis, Josè Bento Renato e Monteiro Lobato. Autori brasiliani nati e vissuti tra metà Ottocento e metà Novecento. Sono incubi gotici, crudeli e che ci lasciano intravedere un orizzonte lontano. Durante la lettura, sono rimasta perplessa ma poi ho messo in secondo piano la mia pignoleria e ho guardato l’insieme. Così, senza soffermarmi più sul dettaglio, ho respirato un po’ di vecchio Brasile e l’impressione che ne ho avuto è che, nonostante il peso degli anni, questi racconti sono una lettura veloce e godibile.

Libro ricevuto in regalo dalla mia bellissima nipote.

ABEDITORE

CREME CARAMEL

Dolce veloce da preparare per i golosi e gli amanti dei dolci al cucchiaio

Dosi:

500 ml di latte intero

4 uova

110 grammi di zucchero

1 baccello di vaniglia

Per il caramello

150 grammi di zucchero e 4 cucchiai di acqua

Portate a bollore in un pentolino il latte assieme al baccello di vaniglia tagliato nel senso della sua lunghezza. Toglierlo dal fuoco e metterlo a intiepidire. Mischiare lo zucchero con le uova e unire il latte da cui si sarà tolto il baccello di vaniglia. Preparate in un pentolino a parte il caramello, facendo sciogliere lo zucchero con l’acqua. Quando sarà di colore dorato, mettetelo nel fondo dello stampo prescelto per il vostro dolce.

Adagiate lo stampo in una teglia più grande in cui metterete acqua fino ad arrivare alla metà del vostro stampo con dentro il Crème Caramel.

Mettete in forno e fate cuocere per un’ora a 170 gradi.

Lasciare freddare e poi passare in frigo il vostro Crème Caramel, pronto per essere servito.

Quick dessert to prepare for gourmands and lovers of desserts

Dose:

500 ml of whole milk

4 eggs

110 grams of sugar

1 vanilla pod

For the caramel

150 grams of sugar and 4 tablespoons of water

Bring the milk to a boil in a saucepan with the vanilla pod cut along its length. Remove it from the heat and let it cool. Mix the sugar with the eggs and add the milk from which the vanilla bean has been removed. Prepare the caramel in a separate saucepan, melting the sugar with water. When it is golden in color, place it in the bottom of the mold chosen for your dessert.

Place the mold in a larger pan in which you will put water until you reach the middle of your mold with the Crème Caramel inside.

Put in the oven and cook for an hour at 170 degrees.

Allow to cool and then refrigerate your Crème Caramel, ready to be served.

IL QUINTO GIORNO di FRANK SCHATZING

E’ definito il Thriller degli oceani. Di sicura vocazione ambientalista, basa tutta la storia su di una ferrea documentazione scientifica. Schatzing, già nel 2004, urlava al mondo i crimini contro l’ambiente e ci metteva in guardia dalla nostra stupidità. Potrei definirlo il nonno di Greta Thunberg ma a lui nessuno ha dato ascolto. Il libro è un tomo di oltre mille pagine, difficile da maneggiare e difficile da digerire. L’ho finito a fatica. Nonostante i contenuti su cui riflettere, questo libro sente il peso dell’età.

Ho acquistato un’edizione TEA Tascabili su licenza Editrice Nord

ELISABETTA II di PAOLA CALVETTI

 

Attraverso ritratti fotografici di Elisabetta II, che ne seguono tutta la vita e i momenti salienti, l’autrice ci fa un imperdibile ritratto della Regina Elisabetta. Scritto in modo godibile e leggero, è doveroso leggerlo accompagnato da una tazza di Darjeeling Tea, il preferito di Sua Maestà. Acquistatelo assieme al libro e godetevi entrambi come una pausa meritata della vostra giornata. Cosa cambierei? Vorrei che ne fosse stampata un’edizione corredata da molte foto patinate e credo che, con gli ultimi eventi, occorra aggiungere il capitolo Megan e Harry.

Edizione Mondadori Libri SpA – Io ho acquistato un’edizione Mondolibri

 

IL BORDO VERTIGINOSO DELLE COSE DI GIANRICO CAROFIGLIO

Il titolo è la citazione di un verso di Robert Browning e l’autore lo svela a chi, come me, giace in un mare nero di pura ignoranza. Ogni capitolo ci permette di scoprire il protagonista che sembra cercare negli eventi della sua vita passata, la ragione dei suoi insoluti del presente. Si fa fatica a separare il protagonista dalla figura dello scrittore Carofiglio ma questo non è un aspetto negativo del romanzo anzi, si rimane con il dubbio di quanto ci sia di inventato e quanto ci sia di vero in quello che stiamo leggendo.

RCS Libri – Io ho acquistato un’edizione Mondolibri